domenica 12 marzo 2017

Recensione Disconnect I, Ilaria Soragni


Buona domenica, lettori! Quest'oggi parleremo della mia ultima lettura, Disconnect di Ilaria Soragni, primo volume di una futura serie. Fatemi sapere, come al solito, cosa ne pensate e se lo avete letto. Il mio ovviamente e solo un piccolo parere. Buona lettura!



Disconnect 1
 
  di Ilaria Soragni 
dal 23 febbraio in ebook e dal 2 marzo anche in libreria. 

Prezzo: 4,99/ 14,90
Casa editrice: Leggereditore





Sinossi



Hayley frequenta il secondo anno dell’high school a Baltimora, è una ragazza chiusa e non si è mai ambientata del tutto. Luke ha diciotto anni; alto, biondo e sprezzante, si abbatte come un fulmine su ciò che lo attira. Quando per caso nota Hayley ne rimane affascinato, tanto da decidere di conquistarla: la vita è una gara e lei sarà il suo premio. È Luke a guidare il gioco, seguendo Hayley e facendole credere che si tratti ogni volta di incontri casuali, fino a quando non raggiunge il suo obiettivo. Hayley è irrimediabilmente attratta, anche se qualcosa le dice che sarebbe meglio stare lontano da quel ragazzo. Ma il piacere della trasgressione è forte, fare la cosa sbagliata la fa sentire viva. Non sa ancora, però, che è solo l’inizio. Luke si nutre di adrenalina, di emozioni forti, e vuole Hayley al suo fianco in una sfida pericolosa, una gara di moto illegale di cui è nota solo un’enigmatica regola: tutti vincono e uno solo perde, tutti perdono e uno solo vince. Fin dove si spingerà il loro legame? Saranno disposti a metterlo a rischio ora che, giorno dopo giorno, sta diventando sempre più forte?



Bio. 


Il suo nick su Wattpad è inashtonsarms, ma nella vita reale lei è Ilaria Soragni, diciassettenne della provincia di Asti che sogna di diventare, un giorno, una psicologa forense. Per il momento si accontenta di scavare nella psiche dei suoi personaggi, attività che le riesce molto bene. Grazie alla scrittura, Ilaria ha l’impressione di mettere ordine nei suoi pensieri, ed è per questo che a quindici anni ha iniziato a scrivere su Wattpad. Scoprire che altre ragazze si appassionavano alle sue storie l’ha riempita di gioia, ma di certo non si aspettava di raggiungere milioni di clic!




 Recensione 
La trama intrigante e misteriosa mi ha convinta a leggere questo romanzo. L'estate scorsa ho iniziato anche Mess, altro libro dell'autrice in questione, senza finirlo e me ne sono pentita, dati i risvolti positivi che ha avuto. (Ho intenzione di rileggerlo, magari ve ne parlerò più in là)
Ho notato una certa differenza tra Mess e Disconnect. L'autrice, tramite entrambi i romanzi, ci ha descritto situazioni completamente differenti. Mentre in Mess il luogo dove si svolgono le vicende è una prigione, qui torniamo nella classica scenografia di gran parte degli young adult, la scuola. 
Ilaria ci presenta Hayley, la protagonista quindicenne, come una ragazza timida, ingenua e molto chiusa. Luke invece ha diciotto anni, è bello, alto, muscoloso e Dannato. 
 "Non devi giocare con lui...
lui vince sempre..."



Lei è un angelo, lui è il diavolo. Uno è la luce, l'altro è l'ombra, eppure non riescono a stare lontani. Luke le apre un nuovo ed immenso mondo nel qual crescono a vista d'occhio l'adrenalina ed il coraggio. Hayley si sente finalmente viva. Contrariamente al mio solito, però, non sono riuscita ad affezionarmi del tutto al protagonista maschile. Vi avrò ripetuto tantissime volte che sono una ragazza romantica che si innamora di tutti i ragazzi presenti nei libri che legge (vabbè, è inevitabile)
Qui invece l'ho odiato profondamente (Hayley non è da meno. Mi sarebbe piaciuto tirarle un bello schiaffo...) Ho capito che sì, il personaggio è mutato caratterialmente dall'inizio del romanzo, ma non mi ha lasciato niente, nessuna emozione. Avete presente quella sensazione di vuoto che si prova al termine di una lettura indimenticabile? Qui non l'ho provato e mi è dispiaciuto tanto. Non sto assolutamente criticando l'autrice, anzi, trovo che abbia del grande talento e potenziale che, purtroppo, non ha saputo sviluppare con questa storia. I personaggi sono stati ben descritti così come anche le ambientazioni. Mi piace molto lo stile di Ilaria, semplice, lineare e scorrevole. Probabilmente mi sarebbe piaciuto un intero capitolo dedicato allo Yell, quasi protagonista della storia, quando gli sono state dedicate solamente poche pagine. Ho trovato la fine leggermente forzata...
La storia è scritta in terza persona ed abbiamo più punti di vista. Di solito preferisco le letture in prima persona poichè mi è più facile immedesimarmi con la protagonista. Nella lettura di Disconnect, però, ciò è avvenuto senza ombra di dubbio.
Bella e curata la caratterizzazione degli altri personaggi. Infatti Ilaria si è soffermata maggiormente sui loro pensieri, sulla loro storia e sul perchè essi abbiano preso determinate decisioni
La fine, lo ammetto, mi ha lasciato parecchio perplessa infatti ho aspettato due tre giorni circa prima di scrivere la recensione.
 "Strano" è l'aggettivo con il quale oserei descrivere l'intera lettura. Non è un libro da buttare, assolutamente no, solo che mi aspettavo quella scintilla che purtroppo non è arrivata. Tutto sommato, però, attendo il seguito. Sono troppo curiosa di sapere cosa succederà tra i due...
Ah, altra cosa prima di lasciarvi: durante la lettura si alternano vari flashback e flashforward


Invidio molto Ilaria perchè, per la sua età, ha talento da vendere.
Concludo qui la recensione, a presto!<3
Angela

Nessun commento:

Posta un commento